Explore highlights

English | Español

Statua proveniente dal monumento alle Nereidi

Lykian, circa 390-280 a.C.
Provenienza: Xanthos (oggi Günük, Turchia sud-occidentale)

Una delle figlie della divinità marina Nereo

Le figlie delle divinità marine, Nereo e Doride sono chiamate Nereidi. Figure popolari dell’antica letteratura greca, benevoli verso gli esseri umani, ne esistevano tra 50 e 100, e si credeva fossero le personificazioni delle onde dell’oceano. Le più conosciute delle Nereidi erano Anfitrite, consorte di Poseidone (un dio del mare e dei terremoti); Teti moglie di Peleo, re dei Mirmidoni, e madre dell’eroe Achille; e Galatea.

La statua è raffigurata avvolta in un’elegante tunica (chitone), che svolazza vivacemente nella brezza marina. Una mantella è appoggiata sulla spalla sinistra. Anfitrite è trasportata sulla schiena di un uccello marino, visibile sotto l’orlo della gonna. Questa raffigurazione suggerisce forse il mezzo attraverso cui l’anima del defunto veniva trasportata nell’aldilà.

Highlights

Browse or search over 4,000 highlights from the Museum collection

Shop Online

Highlights from Ancient Egypt , £20.00

Highlights from Ancient Egypt , £20.00