Explore / Articles

 

Transcription of Lord Elgin's firman (letter of permission)

This is a diplomatic transcription of the Italian translation of the 1801 Ottoman firman for Lord Elgin giving him permission to excavate and remove objects from the Acropolis of Athens, including the Parthenon temple.

 

Line number Transcription
1 Traduzione d’una lettera di S.E.a il Kaimecam
  Pascià, diretta al Giudice, ed anche al voivoda
  d’Athene. –
  Dop’il saluto, vi si fà sapere qualm.te
5 il nostro amico sincero, S.E. Lord Elgin, Ambasc.e
  della corte d’Inghilterra presso la porta della
  felicità, avendo esposto esser notorio che la
  maggior parte delle corti franche, ansiosa di
  legger ed investigar i libri, le pitture, ed altre
10 scienze delli filosofi Greci, e particolarmente
  i Ministri, filosofi, primati, ed altri
  individui d’Inghilterra essendo portati alle
  pitture rimaste dalli tempi delli d.i Greci, le
  quali si trovano nelle spiaggie dell’Arcipelago,
15 ed in altri climi, abbiamo di temp’in tempo
  mandati degli uomini e fatto esplorare l’
  antiche fabriche, e pitture, e che di questo modo
  li abili dilettanti della Corte d’Inghilterra
  essendo desiderosi di vedere l’antiche fabriche
20 e le curiose pitture della Città d’Athene, e
  della vechia muraglia rimasta dalli Greci,
  e ch’esistono nella part’interiore del d.o
  luogo, egli abbia commesso ed ordinato a
  cinque Pittori Inglesi, già esistenti nella d.a
25 Città, che abbian a vedere, contemplar, ed
  anche a dissegnare |le pitture| rimaste “ab antiquo”, ed
  avendo questa volta expressamente suplicato
  acciò
  [page break]
  acciò sia scritto ed ordinato che ai d.i pittori,
  mentre saran’occupati col’intrar e sortire
30 dalla porta del Castello della d.a Città, che è il
  luogo d’osservazione, col formare delle scalinate
  attorno l’antico tempio dégl’Idoli, coll’estrarre
  sulla calcina (osia sul gesso) gl’istessi
  ornamenti, e figure visibili, col misurare gli
35 avvanzi d’altre fabriche diroccate, e coll’
  intraprendere di scavare secondo il bisogno, le
  fondamenti per trovar i matton’ inscritti, che
  fossero restati dentro le ghiaja, non sià recata
  molestia, nè apportato impedim.o dalla parte del
40 Castelano, nè di verun’altro, e che non si
  s’ingerisca nelle loro scalinate, ed instrumenti,
  che vi avranno formati; e quando volessero
  portar via qualche pezzi di pietra con vechie
  inscrizioni, e figure, non sia fattà lor’oposizio=
45 =ne, vi s’è scritta e spedita col NN. la presente
  lettera, afin che dopo compreso il soggetto della
  med.a essendo chiaro l’impegno dell’ Excelso Impero
  dotato d’esimie qualità, acciò vengano favorite
  simil istanze, conforme richiedono l’amicizia,
50 sincerità, alleanza, e benevolenza ab antiquo
  esistenti, e colla vicendevol accettazione d’ambe
  le parti, manifestam.e crescenti frà la Sub.e
  sempre durevole Corte Ottomana, e frà quella
  d’Inghilterra, e già chè non vi è alcun male
55 che le sud.e pitture e fabriche siano vedute,
  contemplate
  [page break]
  contemplate, e dissegnate, e dop’essere state
  accompite le convenevoli accoglienze d’ospitali=
  =tà verso li suriferiti pittori, in considerazione
  anche dell’amichevol istanza sù questo
60 particolar avenuta, dal prefato Amb.re, e per
  esser’incombente che non si faccia opposizione
  al caminare, vedere e contemplare dellè medemè
  le pittur, è fabriche che vorranno dissegnare, nè
  alle loro scalinate, ed instrumenti, all’arrivo
65 della presente lettera usiate attenzione perchè
  conformem.e all’ istanza del d.o Amb.re, mentre li
  soprad.i cinque pittori esistenti in codesta parte,
  sarann’occupati coll’entrare e sortire dalla
  porta del Castello d’Athene, che è il luogo d’
70 osservazione; col formare delle scalinate attorn
  il tempio antico degl’ Idoli; col estrarre sulla
  calcina (osia sul Gesso) gl’istessi ornamenti,
  e figure visibili; col misurare i rimasugli d’
  altre fabriche diroccate; e coll’ intraprendere di
75 scavare second’il bisogno le fondamenta per
  trovare i mattoni inscritti che fossero restati
  dentro la ghiaja, non vengano molestati nè
  dal Castellano, nè da altri, e neppure da voi
  sovraccennati, non si s’ingerisca nelle loro
  scalinate, ed instrumenti e non si faccia
  opposizione al portar via qualche pezzi di pietra
  con inscrizioni, e figure, e nella su|ri|fferita maniera
  operiate, e vi comportiate.
  (Sotto.tto) Sejid Abdullah
  Kaimmecam.

Shop Online

Art and culture from Ancient Persia, £20.00

Art and culture from Ancient Persia, £20.00